Pisa la gestione delle Mura ai soliti noti

Posted on 21 Luglio 2014 · Posted in Cultura

A Pisa i beni culturali sono lasciati in mano agli amici degli amici! E’ con tristezza che apprendiamo, da un comunicato dell’amministrazione, il fatto che le Mura, il cui recupero non è ancora completato, verranno affidate in modo gratuito a una notissima associazione culturale il cui presidente è già presidente del Consiglio Territoriale di Partecipazione numero 5.

La delusione è constatare   che il modus operandi dei bandi a Pisa è il medesimo per diverse gestioni , dalla Leopolda allo spazio popolare di Gagno e molto altro. Peraltro la nota specifica che l’affido non  nasce tra le mura del Palazzo Gambacorti ma in una’ cena conviviale’.(http://www.pisainformaflash.it/notizie/dettaglio.html?nId=18538).

Al peggio non c’è mai fine ed infatti dopo le passeggiate elettorali il famoso camminamento è stato chiuso al popolino, la scusa era una sentenza al Tar che è durata oltre un anno e che avrebbe imposto all’amministrazione   di porre delle paratie per oscurare la privacy di alcuni cittadini, peccato però che la ditta contestualmente aveva difficoltà economiche ma forse si trattava di una casualità.

Il terreno a questa vicenda era stato preparato da tempo , ossia da quando gli Amici dei Musei di concerto con il Prefetto ed il sindaco lanciarono l’idea di far gestire gratuitamente i beni culturali ad associazioni del territorio. Personalmente augurai al Sindaco e al Prefetto di essere sostituiti da sindaci e prefetti che lavorassero al posto loro in maniera gratuita.

Ci auguriamo soltanto che non si ripeta la medesima brutta gestione che ha visto questo filone di esperti  far  volare sui mercati parigini  delle tele fiamminghe anche perché a questo punto il patrimonio che si sbriciola in silenzio vedrebbe la complicità delle amministrazioni cittadine.

amiur

Share