A proposito di sperperi, vi ricordate il caso di Villa Madrè?

Posted on 11 Agosto 2014 · Posted in Lavori Pubblici, Turismo

Villa-Madrè-300x225

Vi ricorderete il caso di Villa Madré e dello sperpero di soldi pubblici che l’amministrazione pisana sta pagando a una società immobiliare, ebbene è arrivato il parere del Segretario Generale del Comune di Pisa, Angela Nobile.

Perché il  comune di Pisa paga 120 mila euro l’anno, attraverso l’Agenzia Casa, a una società privata che non riesce a trovare mercato?

Perché il comune di Pisa si fa carico del rischio d’impresa di un privato? Chi è questo privato? Che legami ha con la città di Pisa?

Perché l’annuncio venne dato in campagna elettorale? Che legami ci sono con la costruzione del People Mover?

Perché chi doveva indagare si è arenato?

Come è stato scelto questo privato?

Perché è stato modificato il regolamento dell’Agenzia Casa?

Perché i giornali non ne parlano?

Di seguito alcuni passi della relazione del Segretario Generale interrogato dai consiglieri del MoVimento 5 Stelle:

l’articolo 13 del Regolamento Agenzia casa è una norma pericolosamente generica, lacunosa e fumosa

…” in entrambi i casi, tuttavia, non sussistono i presupposti e le condizioni legittimanti la stipula del contratto e ne suggerisco di conseguenza la risoluzione consensuale o la dichiarazione, in via giudiziale, di nullità per illiceità ( se non addirittura inesistenza) della causa

…”da questo quadro discende, abbastanza chiaramente, che APES per far fronte all’emergenza abitativa, non avrebbe potuto stipulare un contratto di locazione di un immobile a destinazione turistico ricettiva (…) né tanto meno, avrebbe dovuto stipularlo di durata quadriennale…

… “Anche sotto questo aspetto, quindi, la stipula del contratto di locazione con Condotte Immobiliare appare illecita

Per saperne di più Mercoledì 13 è indetta una conferenza stampa del MoVimento 5 Stelle: Villa Madré tutta la verità!

Share