IL MOVIMENTO 5 STELLE A DIFESA DEL PATRIMONIO ARTISTICO.

Posted on 7 Agosto 2014 · Posted in Cultura, Turismo

Grazie alla cura e alle segnalazioni del territorio pisano, è stata presentata un’interrogazione al Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini affinchè vengano verificati i criteri di sicurezza e l’efficienza nella gestione e conservazione del patrimonio culturale pisano. Suscita, infatti, qualche perplessità la negligenza con cui è stato gestito negli ultimi decenni, come emerge dallo stato di grave abbandono e degrado della Chiesa di Sant’Antonio in Qualquonia, le cui tele sono state ritrovate nei depositi della Soprintendenza dopo l’intervento del Movimento 5 Stelle (10 febbraio 2014), e il caso delle due tavole fiamminghe raffiguranti “La Vigilanza” e “La Giustizia”, uscite dal Museo Nazionale di San Matteo per un restauro, e ritrovate sul mercato antiquario parigino, per le quali è ancora in corso una complessa rogatoria internazionale con la Francia. Come emerge dall’interrogazione depositata dal M5S al Senato, a questa situazione si è aggiunto il recente caso della gestione delle Mura medievali, affidate ad un’associazione culturale, senza nemmeno effettuare un bando pubblico. Come ricorda l’art. 9 della Costituzione, la Repubblica “tutela il paesaggio ed il patrimonio storico-artistico della Nazione” e suddetto patrimonio non è un bene privato, ma appartiene alla collettività.
Grazie a tutti coloro che hanno collaborato.
Sara Paglinisara a pisa

Share