Quale futuro per l’American Beach

Posted on 19 Gennaio 2015 · Posted in Turismo
0Il litorale pisano ha subito nel corso degli ultimi decenni un’ eccessiva privatizzazione dei propri arenili a causa delle numerose concessioni rilasciate ai privati, con un assottigliamento sempre maggiore delle varie porzioni di spiaggia ancora libere.
Uno dei maggiori esempi lo possiamo ritrovare nella spiaggia libera di Tirrenia, un’ampia porzione di arenile da sempre molto frequentata ed ormai ridotta ad un minuscolo fazzoletto di sabbia, dove i poveri avventori si ritrovano ammassati nelle afose giornate estive.
Con il mancato rinnovo della concessione dell’American Beach torna a disposizione del comune di Pisa un’ ampia porzione di arenile nelle immediate vicinanze dell’attuale spiaggia libera, un’ area che potrebbe finalmente sopperire seppur in maniera parziale, alla carenza di spiagge non a pagamento.
Il Movimento 5 Stelle di Pisa si dichiara a favore del mantenimento di tale porzione di arenile come spiaggia libera, priva di qualsiasi forma di concessione e pretesa da parte di soggetti terzi. La spiaggia deve tornare a disposizione della popolazione che specie in periodi di crisi economica come questi, ha bisogno di spazi alternativi agli stabilimenti balneari che ormai ricoprono la maggior parte del nostro litorale.
Per quanto riguarda invece le strutture lasciate libere dagli americani si propone una loro concessione ad associazioni o realtà analoghe che possano garantire alcuni servizi essenziali agli avventori della spiaggia quali wc e docce e possano fornire posti di lavoro mediante la collocazione di un punto bar-ristoro ed altri eventuali servizi a pagamento come noleggio ombrelloni e sdraio.
Da tener presente poi che oltre le dune, realtà da tutelare e preservare, mettendo in essere espedienti volti a favorirne il naturale processo di orogenesi, si trova un’ampia area in precedenza adibita a parcheggio per i clienti dello stabilimento balneare.
Venuta meno questa esigenza e volendo scongiurare l’ipotesi di un ennesimo parcheggio a pagamento o riservato a pochi, il Movimento 5 Stelle propone di riutilizzare tale area, specie nella parte nord, a fini sportivi, mediante la realizzazione di un campo da beach volley e/o altre strutture analoghe. Un luogo dove socializzare e praticare sport in un contesto come pochi ancora, in mezzo al verde, ad una natura preziosa che non deve essere in alcun modo intaccata dagli attuali e futuri cambiamenti, ma anzi protetta ed incrementata, intervenendo laddove possibile con opere di mitigazione e rinaturalizzazione mediante specie autoctone.

 

Share