>>>SMENTITE<<<

Posted on 16 maggio 2017 · Posted in M5S

>>>> Il 15 maggio è passato e le regole dei meetup sono sempre le solite.
ATTENZIONE: molte notizie contenute nel citato articolo non sono veritiere o non verificate direttamente<<<<

In merito all’articolo uscito sul quotidiano il Tirreno di giovedì 4 maggio u.s. intitolato “Il M5S stringe il cerchio: <<Beppe, ecco due papabili>>” (vedasi foto allegata) a firma Mario Neri, l’AREA COMUNICAZIONE M5S – REGIONE TOSCANA ha inviato il giorno stesso della pubblicazione la seguente smentita, finora non pubblicata dal Tirreno:

In merito all’articolo uscito oggi su Il Tirreno, cronaca di Pisa, “Il M5s stringe il cerchio <<Beppe, ecco due papabili>>” ci teniamo a segnalare ai lettori la non veridicità di alcune notizie riportate. Al termine dello spettacolo “Grillo Vs Grillo” tenutosi al Teatro Goldoni di Livorno siamo andati a salutare Beppe, come avvenuto in altre occasioni simili. In quella sede non si è tenuta alcuna riunione per le amministrative o affini, ma semplicemente l’incontro tra componenti della comunità Cinque Stelle, alcuni dei quali attualmente portavoce M5S comunali, regionali e nazionali. È inoltre priva di fondamento l’indicazione riguardante i Meetup.
Invitiamo il giornalista ad evitare in futuro di attribuire virgolettati senza essere presente a raccoglierli con l’augurio che sarà l’occasione per tornare a parlare di quanto ci sta più a cuore: le nostre attività a tutti i livelli istituzionali per l’interesse dei cittadini. Lo aspettiamo oggi a Pisa per il nostro sopralluogo al parcheggio deserto del People Mover.

Constatata la mancata pubblicazione della smentita regionale, alcuni portavoce ed attivisti del territorio hanno sentito l’esigenza di inviare una seconda smentita molto più articolata e dettagliata, anch’essa non pubblicata (finora) dal Tirreno, per chiarire principi e regole di funzionamento del M5S, che troppe volte vengono mal interpretate o travisate. Abbiamo aspettato, non a caso, il 16 maggio per pubblicarla su facebook per dimostrare la totale infondatezza delle affermazioni riguardo a presunte nuove regole sui meetup.

Spett.le Redazione de Il Tirreno,
con preghiera di divulgazione vi segnaliamo la seguente smentita sottoscritta da un gruppo di attivisti e portavoce del territorio.

Papabili? Per il M5S sono papabili tutti i cittadini che nel rispetto dei requisiti previsti, vogliono mettersi in gioco e dare il loro contributo per il bene comune. La scorsa settimana, in un articolo apparso su questo giornale dal titolo “Il M5s stringe il cerchio <<Beppe, ecco due papabili>> qualcuno ha cercato di strumentalizzare lo spettacolo di “Grillo Vs Grillo” tenutosi al Teatro Goldoni di Livorno. Mentre, contrariamente a quanto riportato, è semplicemente successo che alcuni portavoce ed attivisti hanno chiesto a Beppe Grillo di poter fare delle foto insieme. Non è stata una riunione politica, non si è parlato di regole, di elezioni politiche né tantomeno delle prossime amministrative.
Vale la pena ricordare per sommi capi quali sono le regole del M5S per la selezione dei suoi portavoce: i cittadini che intendono candidarsi non devono aver svolto più di un mandato (no ai “politici di professione”), non devono aver svolto mandati con forze politiche avversarie del M5S (no ai “furbi che salgono sulla carrozza del vincitore”), devono essere incensurati e non avere carichi pendenti, devono essere già iscritti certificati sul sito web del M5S e devono risiedere nel comune in cui si vota (nella provincia nel caso di elezioni del capoluogo di provincia).
Durante le “sindacarie” (ossia le nostre primarie per la scelta dei candidati a Sindaco) è vietato per i non candidati fare propaganda per questo o quel candidato: questa è considerata un’alterazione del meccanismo democratico di selezione e porta all’esclusione del candidato. E anche per questo motivo è assolutamente falso che Grillo abbia indicato dei “papabili” per le prossime elezioni. Nessun iscritto al Movimento 5 stelle avanzerebbe mai la propria candidatura su un giornale senza il vaglio della Rete perché farlo significa muoversi al di fuori delle regole.
Di fatto, un gruppo di amici è andato a salutare Beppe, come avvenuto in altre occasioni simili. Come si può pensare che si facciano riunioni politiche a margine di uno spettacolo privato pagando il biglietto? Tirare Grillo per la giacca non ha fatto che provocare la smentita dei portavoce nazionali, regionali e locali. Mentre preme sottolineare che i candidati a Sindaco e al Parlamento continueranno ad essere scelti con le consuete regole note a tutti.
Inoltre, nessun riferimento a nuove regole per i Meetup ha trovato fondamento in quella sede. Non ci sono Meetup ufficiali col simbolo e altri senza, perché i meetup sono gruppi di cittadini che partecipano in sinergia pluralista alla promozione del M5S sul territorio, del tutto estranei alla logica delle segreterie di partito.
Gli elettori ci valuteranno per il nostro reale valore aggiunto. Il M5S è un’onda che sta travolgendo la politica e travolgerà anche chi cerca di farsi spazio al di fuori delle regole.
Il M5S è una cosa seria, è un movimento di cittadini che combatte coraggiosamente contro la casta e rappresenta l’ultima possibilità per risollevare le sorti di questo Paese; i metodi del passato non ci interessano!

Attivisti e portavoce del territorio

Segue elenco nominativo dei sottoscrittori:

Patrizia Baglione
Giuseppe Belcore
Carlo Caricato
Fabrizia Casalini
Mauro Cavini
Giorgio Ciomei
Enzo dell’Aquila
Leonardo Fiaschi
Sonia Gamba
Andrea Giuliani
Fausto Gozzi
Luca Iaconis
Paolo Landi
Giulio Lisanti
Giampaolo Marrocu
Maurizio Martelli
Walter Micheletti
Giampiero Niobiti
Pierluigi Pagnotta
Aldo Pregazzi
Aldo Pulice
Elisabetta Ria
Antonio Robbio
Silvia Sabatini
Giuseppe Strignano
Giuseppe Tabbita
Marco Santero
Giovanni Candela
Patrizia Piva
Lucia Mariani
Sergio Orsi
Elisabetta Zuccaro

#movimento5stellepisa #movimento5stelletoscana

Share